leer
Viaggi e Relax
Banner
Viaggi e Relax
Erfurt live Header10 Viaggi e Relax

Le vacanze di molti italiani partono dal web e tornano nel web come esperienze utili per gli altri viaggiatori. [ViaggieRelax.it]

Caponord: un'emozione dietro ogni curva PDF Stampa E-mail
Scritto da Robero Germani   

Tutto è nato per caso un venerdì sera, di ritorno dal meeting cafe di Big Frog, mia moglie Arianna stava sonnecchiando sul divano e al rumore delle chiavi nella serratura si accorse del mio rientro:



'Ciao, Com'è andata?' ..... mi chiede con la voce stanca di chi ha lavorato tanto e riposato poco.
'Bene, al solito' .... Ribatto io. 'Quattro chiacchiere e una Coca. Ti salutano tutti e mi chiedono quando ti fai vedere. Poi Diego ci ha parlato di Caponord, dice che è un viaggio favoloso, stupendo.
Lui ama definirlo un'emozione dietro ogni curva…'


Arianna mi guarda con i suoi occhioni stanchi e mi dice: 'E perché non organizzi questo viaggio e lo proponi ai ragazzi?'…
'Eeeee, si… Quando?'… Rispondo.
'La prossima estate, ad Agosto. Roby, non è la prima volta che ti sento parlare di questo viaggio e credo che se non lo fai quest'anno ti toccherà aspettare la pensione. E poi non sei più un giovincello…'

L'indomani mattina avevo già contattato Luca per proporgli la mia idea. Dopo una settimana l'itinerario di massima era già pronto, era il 10 Febbraio 2007. Erano mesi che pensavo a questo viaggio, continuavo a tempestare di domande Diego e lui rispondeva a tutto con voce emozionata e occhi lucidi.
Tutto venne di conseguenza, in modo naturale: la raccolta delle informazioni, la selezione degli alloggi in Germania e Svezia, il sito internet, le prenotazioni, il contatto con i PARTNER e finalmente il giorno della partenza. Sei mesi di preparazione, di attesa, di contatti, di ricerche e finalmente eravamo pronti per partire.



Domenica 5 Agosto 2007 ore 7:00, inizia l'avventura!
Per lungo tempo abbiamo fantasticato immaginandoci i chilometri, le risate, la stanchezza. Fantasie sulle foto da fare, sulle riprese e sul fatidico REPORT. Il REPORT!!! Per rendere partecipi anche chi non era lì con noi. Il REPORT!!! fiumi di parole che descrivono minuziosamente ogni momento, ogni chilometro, scandendo le emozioni come un orologio scandisce il tempo, ma… cosa vi aspettate che scriva?

Pagine e pagine di sensazioni, emozioni, di quello che è stato visto, di quanto ci siamo divertiti, di cosa ci ha fatto discutere, delle decisioni prese? No!!! nulla di tutto questo. Posso dirvi che i primi tre giorni sono stati massacranti, noiosi e che hanno messo a dura prova i nostri nervi. Posso dirvi che è stata un'esperienza unica di questo genere. Posso dirvi che le cose viste rimarranno sempre scolpite nelle nostre menti. Posso scrivere e raccontare decine e decine di aneddoti ma nulla, nessun racconto, nessuna foto, nessun video riuscirà mai ad esprimere pienamente il significato di questa esperienza.
Questo è un viaggio che non si può rivivere attraverso gli occhi di qualcun altro. Questo è un viaggio che va vissuto in prima persona. Solo una cosa posso dirvi…
Cos'è la Norvegia secondo quello che ho provato io:



Percorrere una strada in mezzo ai boschi, invitante, con molte curve a 'esse', curve miste ma larghe da percorrere a velocità sostenuta… seconda, terza, quarta, il contagiri mi urla pietà, non cambio mai al di sotto dei sei-settemila giri. Sembra la strada che porta al Passo del Maloja, solo che quella dura pochi chilometri.
E' fantastico salire, scendere - sembra di essere su un ottovolante - giocare con questa lingua d'asfalto che prende forma pian piano tra boschi e fiordi, tagliando prati di un verde perfetto. All'improvviso un cartello indica una curva pericolosa a destra. Bene! E' proprio quella che piace a noi Italiani abituati alle valli che invitano a una guida decisa lungo tutta la penisola.


Mi preparo alla staccata, arrivo da un paio di 'esse' larghe e sono sui 100 chilometri l'ora, eccola!!! Stacco e 'butto giù' di due, rallento e ne 'butto giù' un'altra. Inizio la piega, morbida, regolare, sicura. Non vedo l'ora di riaprire e tirare il collo al bicilindrico in uscita di curva. Seconda, terza, quarta, sto tirando come non mai, in cuffia vanno i Bon Jovi e la strada invita all'andatura sostenuta ma all'improvviso… la boscaglia fitta si dirada e sulla sinistra prende forma un fantastico Fiordo con della vegetazione che pare galleggiare sull'acqua calma e cristallina.


Contemporaneamente sulla destra si intravede un ruscello che scende allegro dal costone della montagna e giunge fino a bordo strada, accompagnandola in un meraviglioso serpeggiare.
Poco più avanti un gruppo di renne stanno bevendo e al mio passaggio alzano la testa con le loro imperiose corna muschiate e mi guardano come per dirmi: 'Ragazzo chiudi la manetta e goditi la natura incontaminata!'. In meno che non si dica il mio polso ruota a chiudere il gas e il piede destro sfiora il freno posteriore. Ora la mia andatura è ben sotto la velocità tenuta fino ad ora.
Ecco cos'è la Norvegia per me: un'emozione dietro ad ogni curva!!

Grazie a tutti per il sostegno e l'affetto dimostrato.
Grazie ai miei compagni di viaggio che hanno contribuito a rendere indimenticabile questo viaggio.
Grazie a Diego che con enorme pazienza ha sopportato le mie continue richieste.
Ma soprattutto, grazie a mia moglie, che ha reso possibile tutto questo.

Roby (Kgirmi) - www.kgirmi.it

 

 

SOS Problemi in vacanza?

- vacanza rovinata
- bagaglio smarrito
- diritto del turismo
- altro

Newsletter
Ricevi HTML?
Diritto del Turismo
Subacquea
Studio Legale
Divorzio
Tot. visite contenuti : 10264022
Viaggi e Relax

Original design by Webdesign Erfurt - Administration and Review by Marco Daturi - Daturi.com mantained by Laura e Luigi

Erfurt live leer
Viaggi e Relax Viaggi e Relax Viaggi e Relax