leer
Viaggi e Relax
Banner
Viaggi e Relax
Erfurt live Header10 Viaggi e Relax

Le vacanze di molti italiani partono dal web e tornano nel web come esperienze utili per gli altri viaggiatori. [ViaggieRelax.it]

El Chalten: ai piedi di due grandi montagne! PDF Stampa E-mail
Scritto da Anna Marchisio e Marco Giovo   

Lungo le strada che attraversano la Patagonia Argentina si incontrano paesaggi particolari: splendide montagne, ampi spazi aperti battuti da incessanti venti, talvolta qualche guanaco o nandù...



... che silenzioso pascolano in queste lande isolate. Ed è in un angolo di questa terra che si trova El Chalten, un luogo dove il panorama non può non sorprendere: il Cerro Torre ed il Fitz Roy, prepotentemente si ergono dietro al paese.


Il Fitz Roy ed il Cerro Torre si trovano nella parte settentrionale del Parque Nacional Los Glaciares. Il parco è stato dichiarato dall'UNESCO, patrimonio dell'umanità proprio per i diversi ambienti che l'enorme parco racchiude al suo interno; basti pensare agli immensi ghiacciai che scendono dalle cime del Hielo Patagonico Continenental Sur o ai boschi subantartici od alle verticali vette delle Ande. Gran parte del territorio del parco non è comunque accessibile ai visitatori. L'attrazione più conosciuta del parco è il Glaciar Perito Moreno, un'enorme ghiacciaio, che si riversa nelle acqua del lago Argentino. Il Perito Moreno si trova nella zona meridionale del parco, ad un'ottantina di chilometri da El Calafate ed ogni anno attira milioni di visitatori.


El Chalten è un piccolo paese, che ha subito un veloce sviluppo a partire dal 1985 quando è stato istituito il parco nazionale (Los Glaciares).
Viene descritto o un po' come un avamposto di frontiera con pochi servizi e poche cose, ma, per il turista, ad El Chalten c'è quasi tutto, alberghi, ristoranti, campeggi, un supermercato, alcuni negozi, un internet-cafè, manca solo la banca ma qualcuno dice che presto arriverà anche quella.


Ci sono parecchi sentieri e trekking, .tra i più conosciuti e più belli, con rientro in giornata, figurano quello che porta a Laguna Los Tres e quello che porta al Laguna Torre nei pressi del campo base De Agostini.

Laguna Los Tres è il miglior percorso per ammirare ad una distanza, per così dire, ravvicinata il versante orientale del Monte Fitz Roy. L'itinerario, praticamente privo di difficoltà su sentiero molto battuto, è piuttosto lungo, in tutto sono 22 km tra andata e ritorno con un dislivello di 850 metri circa. Ma ne vale veramente la pena.
Il sentiero subito sale nel bosco portandosi verso nord-ovest. Superato un colletto poco sotto il Cerro Rosado si traversa fino ad entrare in un ampio vallone quasi pianeggiante. La vista del Fitz Roy che domina sullo sfondo del paesaggio è spettacolare. Attraversato poi, il bacino si giunge al Campo Base Poincenot nascosto fra i faggi australi. Si supera poi il Rio Blanco su un ponte costruito con un tronco di legno ed in pochi minuti si è al Campo Base Rio Blanco, punto di partenza per le ascensioni alpinistiche nel gruppo del Fitz Roy.
Il percorso diventa quindi più impegnativo e il sentiero sale più ripido e accidentato fino al ripiano dove giace il Lago de Los Tres, ai piedi del ghiacciaio omonimo. Semplicemente fantastico!
Il nome Fitz Roy (m 3405) è un nome relativamente recente, dalle popolazioni indigene, i Tehuelche, la montagna è conosciuta come El Chaltén che significa appunto la 'montagna che fuma'.
Spostandosi di poco è possibile ammirare l'incantevole Laguna Sucia. Un lago le cui acque sono di un impressionante verde smeraldo.
La prima spedizione che arrivò sulla cima del Fitz Roy fu una spedizione francese nel 1952 aprendo quella che oggi è conosciuta come 'la via dei Francesi'.


Il Campo Base De Agostini sorge in un bosco nei pressi della morena del Ghiacciaio Grande. Oltre la morena, prima dell'omonimo ghiacciano, giace il Lago Torre e da qui è possibile ammirare il Cerro Torre in tutta la sua imponenza. Il sentiero,19 km tra andata e ritorno, copre un dislivello piuttosto trascurabile vista la sua lunghezza: circa 450 metri.
Il sentiero in moderata ascesa attraversa una serie di dossi erbosi ed entra del vallone bagnato dal Rio Fitz Roy, che scorre sulla sinistra piuttosto incassato. Raggiunto un colletto, si raggiunge quindi il primo belvedere sul Cerro Torre, il primo grandioso spettacolo che offre questa montagna.
Scende poi fino a avvicinarsi al rio che scorre in un'ampia piana alluvionale. Dopo circa 3-4 ore da El Chalten si raggiunge il Campo Base De Agostini che sorge in un bosco nei pressi della morena del Ghiacciaio Grande. Oltre la morena, prima del ghiacciano (Glaciar Grande), giace il Lago Torre. Il Cerro Torre (m 3102) si erge in fondo al ghiacciaio. Uno spettacolo indescrivibile. Il Mirador Laguna Torre è senza dubbio il miglior posto per godere di questo panorama.
La prima salita alla vetta del Cerro Torre, ufficialmente riconosciuta come tale, è quella compiuta nel 1974 dalla spedizione italiana di Ferrari.
Lasciando El Chalten, è di dovere voltarsi indietro e guardare per l'ultima volta questo splendido paesaggio, queste maestose montagne che dominano sul piccolo villaggio di El Chalten.

 

SOS Problemi in vacanza?

- vacanza rovinata
- bagaglio smarrito
- diritto del turismo
- altro

Newsletter
Ricevi HTML?
Diritto del Turismo
Subacquea
Studio Legale
Divorzio
Tot. visite contenuti : 10243557
Viaggi e Relax

Original design by Webdesign Erfurt - Administration and Review by Marco Daturi - Daturi.com mantained by Laura e Luigi

Erfurt live leer
Viaggi e Relax Viaggi e Relax Viaggi e Relax