leer
Viaggi e Relax
Banner
Viaggi e Relax
Erfurt live Header10 Viaggi e Relax

Le vacanze di molti italiani partono dal web e tornano nel web come esperienze utili per gli altri viaggiatori. [ViaggieRelax.it]

Formentera l'isola magica PDF Stampa E-mail
Scritto da Cristian Fallini   

Formentera ha una lunga storia tant'è che deve il suo nome ai romani che utilizzavano l'isola come granaio. Nel corso degli anni è stata presa come base dai pirati e successivamente riscoperta....




.... dagli Hippy che l'hanno involontariamente, scegliendola per la sua natura incontaminata e per le sue bellissimi spiagge, lanciata per il turismo di massa così come la conosciamo oggi. Già da questi piccoli accenni di storia si può immaginare che l'isola abbia un che di magico e romantico. Alcuni sostengono che chi è stato a Formentera se ne va con qualcosa dell'isola dentro.
Per raggiungere l'atollo è necessario atterrare nella vicina Ibiza e trasferirsi con il traghetto. L'isola del resto e' molto piccola essendo lunga 27 Km in totale. Per questo infatti la maggior parte della gente noleggia un motorino che è sufficiente per tutti gli spostamenti che si vogliono fare.
La presenza degli Hippy si avverte ancora. Nel paese di La Mola due volte la settimana c'è il mercatino degli Hippy.

La piccola piazza si anima con la musica dei suonatori di strada e tutte le vie si riempiono di bancarelle di ogni genere. Sull'isola esiste una scuola di liuteria ed in occasione del mercatino è possibile assistere all'esibizione dei frequentatori della scuola stessa con gli strumenti che si auto-costruiscono. Anche nelle spiagge sovente si notano persone senza 'attrezzatura' da villeggiante che stanno in spiaggia completamente nudi e vivono in pieno contatto con la natura. Gli stili di vita diversi si fondono sugli arenili dell'isola in modo assolutamente naturale una volta superato lo shock dei primi giorni. Frequentemente si incontrano anche totem costituiti da mucchi di pietre e materiale vario portato a riva dal mare di diverse dimensioni eretti dagli hippy come segno del loro passaggio e come buon auspicio per il loro ritorno nel posto in cui è stato eretto il loro oracolo.

Negli ultimi anni Formentera è diventata meta delle vacanze di diversi VIP. Sovente nelle spiagge più famose come Il Tanga, Il Pirata, Ses Illetes e sulla vicina isoletta di Espalmador si possono incontrare i vari famosi di turno ed il codazzo di curiosi che li seguono. Forse anche per la mania modaiola o per seguire appunto i VIP molte persone non frequentano altre calette a mio avviso molto più belle e caratteristiche. Di certo questo offre la possibilità a chi vuole di andare in spiagge tranquille o volendo anche deserte. Anche in questo l'isola accontenta tutti.
La caletta alla quale sono più affezionato in assoluto è Es Caló d´es Mort.
Il nome è un po' inquietante. La leggenda narra che in questa baia fosse andato un cacciatore da solo inseguendo un caprone per ucciderlo. Non vedendo più tornare il cacciatore quando sono andati a cercarlo lo hanno trovato morto e sopra il suo corpo nella roccia era impresso un segno a forma di testa di capra, simbolo satanico per antonomasia, che è tutt'ora visibile. Questo ha portato al nome funesto ma la bellezza della cala è davvero impareggiabile.

Per raggiungerla è necessario percorrere un breve tratto a piedi sulle rocce. Quando si arriva si è direttamente sopra alla spiaggia e per scendere è necessario percorrere un breve ma ripido sentiero al quale hanno fortunatamente posto una corda per potersi aiutare. Nell'atollo solitamente c'è poca gente e spesso i presenti sono dediti al naturismo. Il mare è calmo in quanto placato dagli scogli e l'arenile bianco e soffice. Un vero paradiso caraibico.

La spiaggia più grande per estensione dell'isola è Les Arenales. Questa è punteggiata da diversi baretti ognuno unico e particolare. Una visita e' doverosa anche a Cala Saona. Qui si possono trovare tutti i servizi come ombrelloni, lettini, pattini, ecc. a cui siamo abituati nelle patrie zone di vacanza. In questa cala comunque è possibile trovare, nonostante i comfort consumistici, delle piccole perle tipiche dell'isola. Nella parte occupata dagli approdi dei pescatori c'è infatti un chiosco nel quale Tony prepara il Mohito più gustoso di tutta l'isola. Proseguendo rigorosamente a piedi si possono visitare le capanne dei pescatori ed i tipici scivoli costruiti con tronchi che servono per tirare in secca le barche nel periodo estivo. Passando oltre il sentiero segue le rocce le quali gradualmente si innalzano rispetto al mare fino a 20 o 30 metri. Una volta raggiunto l'apice della cala è possibile godere di un panorama molto suggestivo che spazia fino al faro di Cap De Barbaria.
Formentera è dotata di due fari. El Pilar della Mola ed il sopracitato Cap De Barbaria. Da entrambi è possibile ammirare il tramonto da una posizione sopraelevate e decisamente panoramica.

A Cap De Barbaria è in oltre possibile tutt'ora visitare la grotta degli hippy. Da una feritoia tra le rocce ci si può calare nella caverna che sbuca su un terrazzo di pietra ampio ma a strapiombo sul mare. Si dice che i primi hippy vivessero li. Il panorama che offre merita una visita.

Il punto di forza per il divertimento sull'isola è l'aperitivo. I tanti chiringhitos sparsi nelle varie spiagge con l'avvicinarsi del tramonto si popolano di persone. La musica si alza ed inizia la festa. Tutti ballano, chiacchierano e si divertono ammirando il tramonto. Il posto più famoso e' il Big Sur. Per raggiungerlo si deve passare da Es Pujol, centro del divertimento notturno con le sue bancarelle e vie zeppe di bar, e costeggiare le saline seguendo la strada che porta al porto di La Salina. Una leggenda narra di una famiglia molto ricca che viveva nel mezzo di queste saline. Il capofamiglia era molto tirchio e per questo detestato da tutti gli altri abitanti. Venne un maremoto di grande intensità che divise in due l'isola e sommerso completamente le saline. Tutta la famiglia morì nella loro lussuosa casa. Per questo, secondo la leggenda, le saline hanno un colore rossastro e tutt'ora andando con una barca dove ci fu la casa della famiglia sterminata dal maremoto pare ci siano ancora i segni sul fondo della casa stessa.

 

SOS Problemi in vacanza?

- vacanza rovinata
- bagaglio smarrito
- diritto del turismo
- altro

Newsletter
Ricevi HTML?
Diritto del Turismo
Subacquea
Studio Legale
Divorzio
Tot. visite contenuti : 10263918
Viaggi e Relax

Original design by Webdesign Erfurt - Administration and Review by Marco Daturi - Daturi.com mantained by Laura e Luigi

Erfurt live leer
Viaggi e Relax Viaggi e Relax Viaggi e Relax